Corsi eLearning Preposti

I nostri corsi eLearning per la formazione e l'aggiornamento dei Preposti.

Categoria
Sottocategoria

Corsi di aggiornamento quinquennale per Preposti

Preposti - Aggiornamento quinquennale - 6 ore

100,00 €

Preposti - Aggiornamento giuridico - 6 ore

100,00 €

Corsi di formazione di base per Preposti

Preposti - Sicurezza sul lavoro: principi generali - 5 ore

90,00 €

Chi è il preposto per la sicurezza?

Il preposto è una persona che, nei limiti dei poteri gerarchici e funzionali appropriati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende all’attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute dal datore di lavoro, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori. Praticamente, il preposto è una figura che fa parte del sistema di prevenzione e protezione dai rischi in azienda e che ha, come ruolo primario, quello di vigilare sui lavoratori e controllare che le direttive del datore di lavoro in termini di sicurezza e salute sul lavoro siano rispettate (come, ad esempio, controllare che i lavoratori rispettino le leggi e le norme aziendali inerenti la salute e la sicurezza lavorativa e controllare l’utilizzo corretto dei DPI e delle strumentazioni necessarie per svolgere la propria mansione).

Quali sono gli obblighi del Preposto?

  • sovrintendere e vigilare che i lavoratori rispettino gli obblighi di salute e sicurezza sul posto di lavoro, che utilizzino correttamente i DPI e i dispositivi di protezione collettiva;
  • segnalare ai superiori diretti l’eventuale persistenza dell’ inosservanza da parte dei lavoratori o la presenza di anomalie nel sistema di salute e sicurezza; permettere l’accesso alle aree di lavoro potenzialmente pericolose solo al personale autorizzato;
  • gestire l’emergenza e in caso di pericolo grave, immediato ed inevitabile predisporre l’evacuazione del posto di lavoro o della zona pericolosa da parte dei lavoratori;
  • informare il più presto possibile i lavoratori esposti al rischio di un pericolo grave e immediato circa il rischio stesso e le disposizioni prese o da prendere in materia di protezione;
  • astenersi, se non in casi eccezionali e motivati, dal richiedere ai lavoratori di riprendere l’attività lavorativa se persiste una situazione di pericolo grave e immediato;
  • segnalare tempestivamente al datore di lavoro o al dirigente sia anomalie o insufficienze di mezzi ed attrezzature di lavoro e dei DPI, sia altre condizioni di pericolo che si verifichi durante il lavoro, delle quali venga a conoscenza tramite terzi;
  • frequentare appositi corsi di formazione secondo quanto previsto dall'articolo 37.

Sembrano molti e gravosi gli obblighi che un preposto è tenuto a rispettare, però se eseguiti alla lettera sono vitali al corretto funzionamento del processo di prevenzione e protezione e vitali per la salute e la sicurezza sul lavoro dei lavoratori.

Chi nomina il preposto?

Per la figura di preposto per la sicurezza, non è necessaria una nomina diretta e formale da parte del datore di lavoro (come deve essere fatto per gli addetti alle emergenze), ma è la mansione - o meglio il ruolo lavorativo ricoperto da una persona in un determinato momento - a fare di lui un preposto. Chi ho un ruolo di responsabilità all’interno di un’attività lavorativa è già di per se stesso un preposto e non si può rifiutare di esserlo perché è il proprio ruolo che lo rende tale (articolo 299 del D.Lgs. 81/2008). In genere, la figura del preposto è individuata nei capi-squadra, capi-reparto, capi-officina, capi-sala, eccetera, in quanto spetta a loro il compito di sovrintendere e vigilare sulla squadra, sul reparto, sull'officina o sulla sala.

Che corso di formazione deve fare il preposto per la sicurezza?

Il D.Lgs. 81/08 ha espressamente introdotto per i preposti l’obbligo formativo in materia di sicurezza e salute sul lavoro. Si tratta di una formazione particolare e aggiuntiva rispetto a quella per i lavoratori, quindi il preposto dovrà aver già svolto la formazione per lavoratori generale e specifica per la tipologia di rischio della sua impresa. Questo corso di formazione per preposto deve avere una durata complessiva di minimo 8 ore, comune a tutte le macro-categorie di rischio aziendale. L’Accordo Stato-Regioni del 2011 prevede che i punti da 1 a 5 siano erogabili anche in modalità e-learning, i punti da 6 a 8 del modulo sono da svolgere con una formazione in presenza.

Che contenti deve avere il corso di formazione per preposti?

Il corso deve fornire ai Preposti le conoscenze di base sulla sicurezza e salute nei luogo di lavoro in applicazione della normativa vigente che li mettano in condizione di svolgere i compiti da lui esercitati in materia di salute e sicurezza sul lavoro, con particolare riferimento alle novità contenute nel D.Lgs. 81/2008 che riorganizza e riordina tutta la normativa in materia, evidenziando i compiti e le responsabilità del preposto all’interno del sistema di gestione della sicurezza.

  1. principali soggetti del sistema di prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità;
  2. relazione tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione;
  3. definizione e individuazione dei fattori di rischio;
  4. incidenti e infortuni mancati;
  5. tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare neoassunti, somministrati, stranieri;
  6. valutazione dei rischi dell’azienda, con particolare riferimento al contesto in cui il preposto opera;
  7. individuazione misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione;
  8. modalità di esercizio della funzione di controllo dell’osservanza da parte dei lavoratori delle disposizioni di legge e aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro, e uso dei mezzi di protezione collettivi e individuali messi a loro disposizione.

Che corso di aggiornamento deve fare il Preposto?

Dopo aver frequentato il corso base, il Preposto deve svolgere un aggiornamento periodico quinquennale in relazione ai propri compiti in materia di sicurezza e di salute sul luogo di lavoro, come previsto dall’art. 37 del D.Lgs 81/08 e dall‘Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 della durata di ore 6 con contenuti in conformità a quanto previsto dall'Accordo:

  • significative evoluzioni della tutela della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, con particolare attenzione agli aggiornamenti in merito all'organizzazione e alla gestione della sicurezza in azienda dopo il D.Lgs. 81/2008;
  • nuove modalità di gestione della formazione dei lavoratori;
  • aggiornamenti sulle fonti di rischio e le relative misure di prevenzione affrontati tramite applicazioni pratiche e - approfondimenti esemplificativi;
  • approfondimenti giuridico-normativo sui principi della tutela della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.