Corsi eLearning Norme ISO

I nostri corsi eLearning di formazione e aggiornamento per le figure professionali che operano all'interno di aziende con un Sistema di Gestione della Qualità 9001 alla nuova edizione della norma ISO 9001 2015.

Categoria
Sottocategoria

Corsi sulle Norme ISO

ISO 9001 - Aggiornamento edizione 2015

49,00 €

Cosa sono le norme ISO?

Con la sigla ISO 9000 si identifica una serie di normative e linee guida sviluppate dall'Organizzazione internazionale per la normazione (ISO - International Organization for Standardization) che definiscono i requisiti per la realizzazione all'interno di un'organizzazione di un sistema di gestione della qualità, al fine di condurre i processi aziendali, migliorare l'efficacia e l'efficienza e nella realizzazione del prodotto e nell'erogazione del servizio, ottenere e incrementare la soddisfazione del cliente.

Che cos'è la certificazione ISO 9001

La ISO 9001 è un certificato o come si dice un "marchio" il cui possesso dimostra che le attività dell’impresa rispecchiano i requisiti minimi della norma ISO 9001; in tal modo il cliente finale può aver piena fiducia sul fatto che i servizi e i prodotti immessi sul mercato corrispondono a determinate specifiche e che tutte le fasi relative alla loro realizzazione sono ripercorribili e verificabili. L’adozione della certificazione ISO 9001 non è obbligatoria, ma il suo possesso sta diventando un attributo sempre più indispensabile per far fronte alle sfide del mercato. Oramai in tutte le gare pubbliche dello stato, negli appalti e anche nell' affidamento di forniture importanti, si richiede il possesso della Certificazione ISO 9001.

A cosa serve la certificazione ISO 9001?

La ISO 9001 è infatti una normativa finalizzata al miglioramento continuo e costante dell'azienda, con l'obiettivo di ottimizzare la struttura organizzativa. È una scelta strategica per le aziende che vogliono aumentare la propria produzione, ridurre i costi, diventare più aggressivi sul mercato e aumentare la fedeltà dei clienti. Molte leggende urbane in circolazione affermano che la certificazione ISO 9001 è costosa e incapace di offrire vantaggi concreti alle imprese. In realtà i tempi di certificazione sono principalmente legati alle dimensioni e alla complessità dell'azienda che lo richiede e possono variare da 3-4 mesi a un anno. Per quanto riguarda i costi, oggi esistono numerose possibilità di finanziamento che possono ridurre i costi della certificazione ISO 9001 e dare una mano in particolare alle piccole e nuove imprese.

Cosa bisogna fare per raggiungere la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001?

Ecco tutti gli step necessari per poter raggiungere la certificazione:

  • approfondire quanto richiesto dalla norma ISO 9001 o rivolgersi ad una società di consulenza
  • definire un organigramma aziendale specificando chi assumerà il compito di responsabile del sistema qualità e di rappresentante della direzione
  • analizzare tutti i processi aziendali (commerciale, acquisti, produzione, progettazione, manutenzione, taratura degli strumenti, eccetera)
  • fare in modo che i processi aziendali siano conformi a quanto richiesto dalla norma
  • definire le procedure e le istruzioni di lavoro che descrivano i processi relativi al punto sopra riportato
  • definire tutta la modulistica necessaria
  • definire il manuale della qualità (è il riassunto di tutte le procedure/istruzioni di lavoro)
  • effettuare le verifiche ispettive interne per essere certi che quanto riportato sulle procedura/istruzioni di lavoro corrisponda alla realtà aziendale
  • scegliere un ente di certificazione accreditato (tipo DNV, IMQ, eccetera) e definire con l’ente quando effettuare la verifica di certificazione. A seguito della verifica da parte dell’ente di certificazione, se la verifica ha dato esito positivo, viene rilasciata all’azienda la certificazione di qualità; la certificazione ha validità triennale, ma annualmente l’ente di certificazione effettuerà delle visite di mantenimento.

Quali sono i costi e le tempistiche per ottenere la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001?

Solitamente un'azienda di medie dimensioni per ottenere la certificazione di qualità ISO 9001 dovrebbe impiegare circa 6 mesi con l'aiuto di una società di consulenza esterna. I costi da sostenere (a parte il costo del personale interno che sarà di volta in volta coinvolto) saranno principalmente correlati all'uso di una società di consulenza e dell'organismo di certificazione.

Qual è l’obiettivo di un sistema qualità ISO 9001?

L’obiettivo di un sistema qualità ISO 9001 è quello di assicurare che il prodotto fornito dall’azienda sia conforme ai requisiti specificati. I requisiti specificati sono definiti dalla norma come le aspettative esplicite ed implicite del Cliente.

Quanto dura il certificato ISO 9001

La certificazione ISO 9001 dura tre anni e può essere rinnovata ripetendo il percorso sopra descritto. Alla fine del triennio le aziende devono attivare alcune procedure per rinnovare il Certificato ISO 9001. Tali procedure sono normalmente incluse nei lavori di controllo e audit del sistema di gestione della qualità che vengono implementati ogni anno e culminano in una piccola verifica che viene effettuata. con l'ente di certificazione chiamato anche "Visita di sorveglianza". Questa verifica annuale viene implementata per impedire alle aziende di mettere la "qualità" in un cassetto e rispolverarlo alla scadenza di tre anni del certificato e per spingere le aziende verso un "miglioramento continuo" e una revisione continua del sistema di gestione della qualità.

Cos'è la nuova edizione della norma ISO 9001:2015?

Il 15 settembre 2015 è stata pubblicata la nuova edizione della norma ISO 9001; con novità e cambiamenti rispetto all'edizione precedente. Tutte le aziende già in possesso di tale certificazione, o che vorranno introdurla nella propria organizzazione, saranno tenute ad applicare questo nuovo standard adattando i propri processi organizzativi interni. Gli audit di terza parte effettuati dagli enti certificatori saranno ancora eseguiti secondo la norma in edizione 2008, fino a 3 anni dalla data di pubblicazione della norma in edizione 2015. E' previsto infatti un periodo transitorio della durata di tre anni durante il quale le aziende potranno aggiornare il proprio sistema di gestione, ma per programmare e pianificare le risorse e le energie necessarie all’ottenimento della nuova certificazione in tempi e modi adeguati, è consigliabile approfondire fin da subito la conoscenza della ISO 9001:2015.

Quali sono le principali novità della ISO 9001 revisione 2015 rispetto alla precedente edizione 2008?

  1. Ristrutturazione della norma secondo la HLS (High Level Structure)
    La norma ISO 9001-2015 è stata ristrutturata: i titoli dei capitoli, dei sotto-capitoli, nonché la presentazione delle clausole e dei paragrafi sono stati completamente rivisti. Nel complesso, questa ristrutturazione non modifica né il fondamento né le esigenze della norma. Ciononostante, se la si guarda nel dettaglio, la forma è evoluta per rispettare questa nuova scomposizione e la concatenazione dei temi. Con questa struttura nuova e comune, l’obiettivo dell’ISO è di facilitare per le aziende e le organizzazioni l’integrazione di tutto o parte dei diversi sistemi di gestione e di ottenere un sistema di gestione unificato. Diventa così più semplice per un’azienda includere nel proprio sistema di gestione gli elementi di altre norme che considera pertinenti: elementi della norma ambientale ISO14001-2015 ed elementi della futura norma ISO45001 sulla gestione della salute e della sicurezza sul lavoro.

  2. La gestione dei rischi diventa una colonna portante della norma
    La gestione dei rischi con un approccio “risk-based” diventa un elemento fondamentale della norma revisionata: l’individuazione dei rischi, la loro qualificazione, la loro gestione. La qualità è un risultato della corretta gestione dei rischi, che vanno al di là del perimetro del prodotto o del servizio offerto: non ci può essere qualità se non si è in grado di offrire al cliente, a lungo termine, un prodotto o un servizio conforme.
    Il rischio ha il suo corollario opposto: l’opportunità. La norma ISO9001:2015 comprende anche questo concetto d’incertezza positiva. Ovviamente il concetto di rischio è un concetto aggiuntivo che non sostituisce affatto i concetti precedenti. Al contrario, si integra con questi ultimi e li completa.

  3. La leadership
    L’impegno per la qualità attraverso una leadership responsabile e visibile è rinforzato:
    • il concetto di “Rappresentante di direzione” scompare del tutto;
    • la politica della qualità e gli obiettivi definiti devono essere allineati con gli orientamenti strategici;
  4. Una norma decisamente aperta all’industria dei servizi
    La ristrutturazione della norma ha preso in considerazione l’evoluzione dell’economia e delle aziende. Inizialmente strutturata per le attività manifatturiere e industriali, la norma ISO9001 è stata vittima del suo successo e numerose organizzazioni provenienti da altri campi di attività se ne sono impadronite.
    La revisione ISO9001-2015 rende conto di questa evoluzione e il suo aggiornamento, nella scelta del vocabolario ma anche nel livello di astrazione, ne semplifica la messa in opera per tutti i settori, tra i quali i servizi.

  5. Il manuale di qualità è destinato a scomparire?
    È possibile, ma non di certo nell’immediato, poiché il concetto di manuale di qualità è molto radicato nella cultura della qualità. In effetti la revisione non richiede più che l’organizzazione certificata tenga aggiornato un manuale di qualità. Ma attenzione: nonostante tutto, l’esigenza di una documentazione rimane. È sempre necessario documentare, mantenere e conservare le informazioni pertinenti. Un manuale di qualità resta un elemento di risposta possibile a questa esigenza, anche se non è l’unico.
    L’obiettivo della norma è prendere in considerazione le evoluzioni tecnologiche ed etico-sociali. Le informazioni non sono più strutturate, organizzate, gestite, conservate, diffuse e accessibili come 20 anni fa quando il supporto cartaceo regnava sovrano.
    Questa evoluzione permette altresì una maggiore flessibilità nell’organizzazione delle aziende. Adesso sarà possibile essere in conformità con la norma anche attraverso una gestione flessibile, sempre che tale gestione risulti adeguata ai requisiti della norma.

  6. L’ importanza del contesto dell’organizzazione certificata e dei beneficiari
    La norma contiene due nuovi punti (4.1 e 4.2) che richiedono una presa in considerazione migliore del contesto dell’organizzazione: analisi del contesto, individuazione delle parti interessate interne ed esterne all’organizzazione e la comprensione delle loro aspettative.

  7. La conoscenza è una risorsa come un’altra
    Ancora una volta, la norma ISO9001:2015 si adatta ai tempi. La conoscenza è diventata un elemento chiave per la riuscita di numerosi progetti e per lo sviluppo commerciale. Perché un sistema funzioni, i soggetti coinvolti devono essere pienamente consapevoli del proprio ruolo, la nuova norma impone dunque di:
    • individuare le conoscenze necessarie per svolgere correttamente l’attività e raggiungere gli obiettivi prefissati;
    • garantire che la conoscenza sia mantenuta, protetta, messa a disposizione quando necessaria al fine di anticipare le esigenze di evoluzione della conoscenza e gestire il rischio di non acquisirla a tempo debito.
    In conclusione la revisione della ISO 9001 tende a vedere un Sistema di Gestione della Qualità che fa della riduzione dei rischi connessi alla variabilità e complessità del contesto in cui opera l’azienda, l’elemento fondante da perseguire nei confronti del cliente e delle parti interessate, per la valorizzazione del bene e del servizio offerto. Le Aziende dovranno dunque dimostrare la sostenibilità della loro offerta al fine di garantire tutte le parti interessate.